Come pulire il forno senza fatica

come pulire le tubature del lavandino
Come pulire le tubature del lavandino
1 dicembre 2017
Come pulire lo schermo del pc
Come pulire lo schermo del pc
4 dicembre 2017
Vedi tutto

Come pulire il forno senza fatica

come pulire il forno: foto

Ieri sera hai fatto un figurone con il pollo arrosto? I tuoi amici sono felici ma il tuo forno no…oggi vedremo come pulire il forno senza fatica!

Nei lavori domestici in cui è necessario sgrassare dobbiamo rivolgerci a lei: la pasta fai da te, utile, economica, versatile: il mix di bicarbonato e aceto! Inizia a versare la polvere di bicarbonato in una ciotola di plastica, versa l’aceto con parsimonia e fai assorbire il liquido mescolando pian piano. La consistenza ottimale per la pulizia del forno è simile ad una pasta frolla: morbida ma non troppo.

La maggior parte dei forni elettrici da cucina contiene una griglia interna e una lastra estraibile: per prima cosa tirale fuori e poggiale sul lavandino. Osserva il grado di sporco con attenzione, ti servirà per valutare il tempo di posa della pasta meravigliosa!

Per pulire il forno con il bicarbonato, cospargi tutte le pareti con la pasta ottenuta sfregando leggermente.

come pulire il forno incrostato

Il detergente naturale distribuito sulle pareti del forno

Quando avrai finito di coprire ogni angolo (ebbene sì: ogni angolo e fessura!) puoi diluire la pasta e passarla sulla griglia e/o la lastra che hai precedentemente estratto. Lavati le mani e concediti una pausa: la mistura dovrà agire per almeno due ore!

Trascorso il tempo indicato, se il forno è ancora incrostato, armati di spazzola per piatti e di un vecchio spazzolino da denti (ti aiuterà a pulire le tipiche scalanature del forno). Spazzola con un movimento circolare per qualche minuto. Poi con una spugna morbida tira via la pasta, ti consiglio di agire “a sezioni”, cioè rimuovendo il prodotto da una parete del forno alla volta. Sciacqua bene e, infine, asciuga con uno strofinaccio da cucina.

Pulire il forno incrostato senza fatica

Quando il forno è molto incrostato, magari anche da anni perché sei appena entrato in un appartamento in affitto, puoi utilizzare un mix naturale di sale fino da cucina, limone, aceto di vino e bicarbonato di sodio.

Per prima cosa accendi il forno e imposta la temperatura a 180 °C, poi prendi un tegame molto spesso, una casseruola andrà benissimo! Ora inizia a versare 2 tazze da the di acqua con 2 di aceto di vino, mescola con delicatezza e metti a bollire sul fuoco. Quando il liquido è abbastanza caldo, un punto prima della bollitura, trasferisci la pentola con tutto il suo contenuto nel forno preriscaldato.

Lascia evaporare i liquidi, questa fase può durare dai 15 ai 30 minuti a seconda del forno.

Quando il processo di evaporazione è terminato, togli la pentola e lascia lo sportello del forno aperto per farlo raffreddare. Attendi qualche minuto e nel frattempo mischia in una ciotola di plastica 4 cucchiai da tavola di bicarbonato e 4 cucchiai di sale fino. Cospargi la polvere con una spugnetta per piatti leggermente inumidita, dal lato più ruvido, su tutto il forno, vetro compreso. Con movimenti circolari effettua uno scrub sulle superfici da pulire e lascia agire 4-5 minuti.

Ultima la pulizia del forno incrostato eliminando il detergente fai da te con un panno spugna morbido, non eccessivamente bagnato. Solitamente sono necessarie almeno 3 passate per eliminare ogni residuo, se vuoi far brillare il tuo forno puoi passare un panno imbevuto di aceto, che ha un’azione lucidante.

L’aceto di vino è utilissimo anche per la manutenzione ordinaria, perché non solo previene la formazione delle incrostazioni ma igienizza in modo naturale ed elimina i cattivi odori. Se non sopporti l’odore dell’aceto puoi sostituirlo con il limone che ha effetti analoghi ma lascia un profumo gradevole.

Come pulire il forno a microonde

Il metodo per pulire il forno a microonde è simile a quello per il forno  ma è molto più veloce. Il microonde ha il vantaggio di scaldarsi in pochi secondi per cui l’azione sgrassante di alcuni ingredienti naturali come il limone o l’aceto è più rapida che nel forno tradizionale.

Per prima cosa assicurati di avere a portata di mano un piccolo recipiente, ciotola o tazza, adatto alla cottura nel microonde. Versa il succo di un limone spremuto, senza semi, al suo interno, aggiungi due cucchiai da cucina di acqua del rubinetto e imposta a 700 watt, timer a 4 minuti. Potrai notare che il liquido inizierà ad evaporare all’incirca dal minuto 2, attendi la fine del tempo impostato e apri il microonde senza toccare subito la tazza.

Lascia raffreddare per 1 minuto, poi togli il recipiente e mettilo da parte, il liquido rimasto ti tornerà utile! Estrai il piatto e lascialo in ammollo con acqua calda e detersivo per piatti. Poi con una spugna morbida pulisci l’interno del forno a microonde con cura, passando più volte. Se ci sono incrostazioni persistenti ripeti la procedura.

come pulire il forno a microonde

Metodi naturali per pulire il forno a microonde

Quando l’interno sarà perfettamente pulito, prendi il liquido che hai messo da parte e utilizzalo per pulire la parte esterna, manopole comprese! Usa sempre un panno spugna per non graffiare la superficie. Sciacqua il piatto interno, asciugalo e incastralo nelle apposite guide. Ora asciuga tutto con un canovaccio da cucina e lascia lo sportello aperto per qualche minuto: il tuo forno a microonde è pulito e profumato!

Come pulire il forno elettrico dal grasso bruciato

Per eliminare il grasso bruciato dal forno elettrico possono essere necessari diversi trattamenti con ingredienti naturali come quello sopra descritto. Se non hai abbastanza tempo puoi utilizzare i prodotti specifici disponibili in commercio, seguendo le istruzioni riportate e lasciandoli agire per qualche minuto.

Il problema dei detergenti chimici è che lasciano residui molto rischiosi per la salute, se a contatto con il cibo. Per ovviare a questo ti consiglio di sciacquare accuratamente questi detersivi e dopo aver fatto arieggiare il forno e la cucina, inserire due patate grandi in una teglia e cuocerle per circa 1 ora. Le patate assorbono i residui chimici in maniera molto efficace, naturalmente a fine cottura non mangiarle!

Se le guarnizioni del forno sono sporche, puoi utilizzare della semplice acqua calda con alcune gocce di sapone per i piatti. Il risultato si ottiene con il tempo: per pulire la gomma della guarnizione è necessario attendere almeno 15 minuti. Puoi utilizzare uno spazzolino da denti prima di risciacquare e asciugare la guarnizione.

Completare la pulizia del forno: la leccarda e il vetro

La leccarda è la teglia generalmente compresa tra gli accessori del forno al momento dell’acquisto, solitamente è anche la teglia più incrostata di tutte! Per farla tornare splendente ti consiglio un trucchetto a base di una bevanda famosissima: la coca cola.

Estrai la leccarda e appoggiala nella vasca del lavandino, inserisci il tappo nello scarico e versa mezza bottiglia di coca cola sulla teglia fino a sommergerla. Lasciate in ammollo per 1 ora.

Trascorso il tempo, munisciti di spazzola e inizia ad eseguire dei movimenti circolari, prima delicatamente e poi esercitando maggiore pressione (a seconda delle incrostazioni presenti). Vedrai che lo sporco verrà via molto facilmente, sciacqua con acqua calda e detersivo per piatti, lucida con due gocce di aceto e tornerà come nuova!

Ora puoi passare alla pulizia del vetro e/o dello sportello del forno. Anche per queste superfici è ottimo il mix composto da un cucchiaino di bicarbonato in polvere e due cucchiai da cucina di aceto di vino. Distribuisci il detergente naturale, lascia agire qualche minuto, sciacqua abbondantemente con una soluzione di acqua e aceto prima di asciugare.

Finalmente puoi scegliere la prossima torta da infornare!