Bonus sanificazione 2021: credito d’imposta al 30% confermato

Indice

bonus sanificazione 2021

Indice

Arrivano buone notizie per i contribuenti che entro lo scorso 4 novembre hanno presentato la domanda per ottenere l’accesso al credito d’imposta previsto per le spese di sanificazione e per l’acquisto dei dispositivi di protezione da Covid-19.

L’Agenzia delle Entrate ha infatti confermato che si potrà beneficiare interamente del credito d’imposta, che sarà del 30% rispetto alle spese sostenute e comunicate.

Il bonus sanificazione è un provvedimento facente parte del decreto Sostegni-bis che prevede un credito di imposta pari al 30%, fino ad un massimo di 60 mila euro, per le spese di sanificazione e per l’acquisto di dispositivi di protezione da Covid 19 sostenute nei mesi di giugno, luglio ed agosto 2021.

Come accedere al credito d’imposta per il bonus sanificazioni 2021

I beneficiari del credito (esercenti attività d’impresa, arti e professioni, enti non commerciali e strutture ricettive extra-alberghiere di carattere non imprenditoriale) potranno utilizzare credito attraverso due soluzioni:

  • In fase di dichiarazione dei redditi 2021, per le spese sostenute nell’anno corrente.
  • Tramite compensazione, utilizzando un modello F24. In questo caso bisognerà presentare l’F24 utilizzando i servizi telematici dell’Agenzia delle entrate, ed inserire il codice tributo 6951, istituito con la risoluzione n. 64/E dell’11 novembre 2021.

Come già osservato in precedenza, il credito d’imposta richiesto non potrà superare il limite di 60 mila euro.

Ecco l’estratto, direttamente dal sito dell’Agenzia delle Entrate, che conferma il credito d’imposta al 30%: “In base alle richieste ricevute l’Agenzia determina la quota percentuale dei crediti effettivamente fruibili, in rapporto alle risorse disponibili (200 milioni di euro per l’anno 2021). Considerato che l’ammontare complessivo dei crediti d’imposta richiesti, risultante dalle comunicazioni validamente presentate entro il 4 novembre 2021, è inferiore al plafond disponibile, la percentuale è pari al 100 per cento, come reso noto dal provvedimento del direttore dell’Agenzia delle entrate del 10 novembre 2021, consultabile nella sezione “Normativa e prassi”. I contribuenti possono quindi beneficiare interamente del credito richiesto”.

A chi affidarsi per interventi di sanificazione

La sanificazione ambientale è un processo complesso: si tratta di un intervento di pulizia particolare, che prevede l’utilizzo di detergenti, strumenti e macchinari specifici, in grado di ridurre la carica microbica all’interno di un ambiente, riportandola ad una soglia di sicurezza.

Un’operazione del genere non può essere frutto dell’improvvisazione, ma necessita di professionisti capaci, esperti e certificati.

GSC è un’azienda operante nel settore delle pulizie professionali, con un’esperienza pluriennale e specializzata in interventi di sanificazione Covid 19.

GSC mette a disposizione dei clienti un servizio di sanificazione altamente professionale, che prevede un sistema di tipo atomizzatore e nebulizzatore ad alcool all’80%, impiegando il macchinario Sanique S-3.

Ricordiamo quanto sia importante sanificare gli ambienti con la pandemia in atto, operazione obbligatoria in tutti gli ambienti di lavoro.

Visitando la pagina web di GSC sarà possibile prendere visioni dei servizi offerti ed ottenere un preventivo gratuito.

 

Preventivo e Sopralluogo Gratuiti

Condividi l'articolo

Bonus sanificazione 2021: credito d’imposta al 30% confermato - Articoli correlati

Lavaggio facciate Roma Impresa di Pulizie

Lavaggio facciate

Il lavaggio facciate è la combinazione di tutte quelle procedure che hanno come risultato la pulizia delle facciate esterne di edifici di ogni tipo. Molto

Impresa di pulizie a Padova

Impresa di pulizie a Padova

Richiedi un preventivo La nostra impresa di pulizia GSC, Gestione Servizi Certificati, si occupa di ogni tipo di pulizie e, come fa intendere la denominazione