Il credito d’imposta sanificazione Covid-19 rappresenta il giusto strumento per poter far ripartire le aziende, le professioni e gli esercenti in modo sicuro. Si deve tenere presente che stiamo vivendo un periodo molto complicato nel quale si deve pensare alla vita degli esseri umani mantenendo l’economia mondiale in salute. Il nuovo coronavirus rappresenta una grave minaccia non solo per la vita delle persone ma anche per le attività economiche tanto che i dati reali, è meglio parlare del contingente e non delle proiezioni, indicano un tonfo economico di praticamente tutta l’economia nel suo insieme. Sorge qui il solito , anche se non molto bello, “la borsa o la vita” ma naturalmente è necessario comprendere che non si deve sacrificare la vita per il lavoro ed allo stesso tempo non è possibile sacrificare il lavoro per la vita. Il processo di sanificazione in aggiunta con i famosi dpi permettono di creare una certa sicurezza per la popolazione. Nello specifico è stato deciso di non lasciare fuori nessuno includendo tra i beneficiari gli esercenti di una attività artistica, d’impresa o di libera professione.

Il credito d’imposta sanificazione Covid-19: un valido aiuto per le aziende

Si deve tenere presente che mettere in sicurezza i locali che svolgono un’attività pubblica però non è semplice ed oltre ad un duro lavoro implica anche un importante esborso di capitali. Proprio per questo motivo è nato il Decreto Legge 23/2020. Nello specifico si va a parlare di un credito d’imposta sanificazione Covid-19 del 60% sulla spesa accertata fino ad un massimo di 20000 euro. Detta così è già interessante, perché comunque quella è un’operazione che deve essere svolta obbligatoriamente, ma diventa ancor più importante se si va a scavare all’interno del decreto perché il legislatore ha inteso creare una norma in grado di comprendere tutti i dispositivi creati per cercare di difendersi dal Covid-19. Vengono infatti compresi anche i dispositivi di protezione individuale come le maschere, i guanti, le tute e le visiere e tutti gli altri come le barriere ed i pannelli protettivi ed il disinfettante. Naturalmente questa norma è ancora da migliorare anche se attualmente sono stati stanziati per il corrente anno cinquanta milioni di euro.

Difendere sé stessi equivale a difendere gli altri

Vi sono quindi delle interessanti opportunità per tutti coloro che posseggono un’attività e proteggere la propria vita e quella di chi sta intorno. Sicuramente questo fondo sarà migliorato perché è essenziale per una fase 2 tranquilla ed una fase 3 senza pessime sorprese.

Sanificazione covid-19, perché scegliere GSC Srl

Il nostro approccio alle sanificazioni è da sempre fortemente focalizzato sulle specifiche esigenze del singolo cliente, al quale offriamo in primis una consulenza e un preventivo assolutamente personalizzato.

Se stai cercando un’impresa che effettui sanificazioni a Roma o provincia non esitare a contattarci per un preventivo gratuito, puoi farlo telefonandoci o compilando l’apposito modulo presente sul nostro sito.